Storia

Gli Insegnanti

Il “JUDO KODOKAN JUJITSU JESOLO” si costituisce nel 1978 su iniziativa di due allievi della scuola “Judo Kodokan di San Donà di Piave”: Eros Montagner e Ivano Bastianello.

Superati i pregiudizi e le diffidenze che accompagnavano le arti marziali ed esposto un preciso programma dell’Associazione, il Comune di Jesolo accoglie la domanda e concede l’uso della palestra comunale Giovanni Pascoli, in Piazza della Repubblica a Jesolo Capoluogo, nel mese di novembre 1979: e l’attività del sodalizio inizia con le prime cadute e le prime capriole nel parquet della palestra, in attesa delle materassine in PVC arrivate dopo un mese, sotto la direzione tecnica di Erissini Giosuè cintura nera 1° dan e dell’allievo Leo Finocchi cintura marrone:

Il “JUDO KODOKAN JUJITSU JESOLO” fin dal primo anno (relazione sull’attività) partecipa attivamente alle attività ed iniziative amatoriali ed agonistiche organizzate a livello regionale e interregionale, in particolare con gli allievi più piccoli – 5/10 anni, ospitando stage di aggiornamento anche nazionali, sotto l’egida della U.I.S.P., ente di promozione sportiva al quale aderisce.

Nel secondo anno il Comune di Jesolo, constatata la validità del progetto dell’associazione sportiva e il numero degli aderenti, concede inizialmente l’uso della palestra Marco Polo presso le scuole elementari di Jesolo Paese, in attesa del completamento della palestra presso la scuola elementare Verga attuale sede dell’Associazione sportiva.

Negli anni successivi l’associazione ha visto la partecipazione di un numero sempre crescente di allievi e svolto una intensa attività per la diffusione della disciplina del Judo, anche organizzando corsi di autodifesa per le forze dell’ordine e per le donne.

Nel 1984 ha regolarizzato la propria affiliazione alla F.I.L.P.J. – CONI, con approvazione del nuovo Statuto e delle cariche sociali secondo le indicazioni federali, ed ottenuto l’iscrizione al registro Regionale dell’Associazionismo.